Feeds

In Piemonte nascono le "comunità energetiche"

Il Cambiamento - feed -

Autoproduzione e condivisione dell’energia prodotta da fonti rinnovabili. Sono questi i princìpi alla base della legge sulle comunità energetiche approvata all’unanimità dalla terza Commissione del Consiglio Regionale del Piemonte e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale.

‘Step backwards’ for Bosnia’s autonomous Serb region as assembly reneges on Srebrenica genocide report

ONU - aiuti umanitari - feed -

The Republika Srpska National Assembly in Bosnia and Herzegovina drew concern from the top United Nations expert on the Prevention of Genocide on Thursday, over its decision this week to revoke its endorsement of the 2004 Srebrenica Commission Report acknowledging genocide during the Bosnian war of the 1990s.

Monsanto lawsuit ruling a ‘significant recognition’ of victims’ human rights, say UN rights experts

ONU - aiuti umanitari - feed -

The court decision to award nearly $290 million to a terminally-ill man from the United States who claimed his cancer was caused by a herbicide in a commercial weed killer, has been welcomed by two United Nations human rights experts as a “significant recognition” of the responsibilities that chemical companies have to consumers.

Ponte Morandi, Italia: di fronte al disastro

BuoneNotizie.it -

In Italia negli ultimi 5 anni sono crollati 6 ponti. Non si può parlare di caso o di fatalità. 2014: Saxa Rubra e Ponte Lungo a Ceto; 2015 Palermo-Agrigento; 2016 Annone Brianza; 2017 Fossano; e ora, 2018, Genova. Ci sono ponti che sono stati costruiti negli anni ’60, come Ponte Morandi, per condizioni di traffico radicalmente diverse da quelle attuali ma anche ponti crollati (è il caso di quello sulla Palermo-Agrigento) meno di una settimana dopo l’inaugurazione. Quindi si intrecciano due questioni: riprogrammare la rete viaria alla luce delle nuove esigenze; controllare che le cose siano fatte bene. La rete viaria italiana è in sofferenza (ciascuno di noi lo vede) per l’enorme flusso di trasporto su gomma delle merci. Bisogna adottare misure per ridurre questo flusso, attraverso sistemi di trasporto alternativi, altrimenti ogni adeguamento della rete viaria rischierà di diventare rapidamente obsoleto. Bisogna dirsi con franchezza che il “No a qualsiasi cosa” non è una posizione ecologica. Se ci sono opere inutili o dannose ce ne sono altre necessarie. Basta con i politici “piacioni”, quelli che per non scontentare nessuno non prendono mai una posizione definita rispetto alle cose, che rinviano qualsiasi decisione tanto poi ci sarà qualcun altro a…

For Family-Centered Differentiated Service Delivery for HIV

Medici Senza Frontiere - feed -

Title: For Family-Centered Differentiated Service Delivery for HIV Authors: Grimsrud, A; Bygrave, H; Wilkinson, L Abstract: Differentiated care, or differentiated service delivery (DSD), is increasingly being promoted as one of the possible ways to address and improve access, quality, and efficiency of HIV prevention, care, and treatment. Family-centered care has long been promoted within the provision of HIV services, but the full benefits have not necessarily been realized. In this article, we bring together these two approaches and make the case for how family-centered DSD can offer benefits to both people affected by HIV and the health system. Family-centered DSD approaches are presented for HIV testing and antiretroviral therapy (ART) delivery, referencing policies, best practice examples, and evidence from the field. With differentiated family-centered ART delivery, the potential efficiencies gained by extending ART refills can both benefit clients by reducing the frequency and intensity of contact with the health service and lead to health system gains by not requiring multiple providers to care for one family. A family-centered DSD approach should also be leveraged along the HIV care cascade in the provision of prevention technologies and mobilizing family members to receive regular HIV testing. Furthermore, a family-centered lens should be applied wherever DSD is implemented to ensure that, for example, adolescents who are pregnant receive an adapted package of quality care.

Crescono le smart home, e con loro i prodotti di elettronica. Scopri quali sono i più venduti.

BuoneNotizie.it -

Cresce la richiesta di case intelligenti. Secondo indagini di mercato gli utenti affermano di essere più predisposti a comprare una casa se questa è munita di alta tecnologia.

Quella che era inizialmente giudicata come un’industria bizzarra, troppo all’avanguardia e che produceva prodotti troppo difficili da usare, sta finalmente maturando una vera e propria tendenza al consumo. Ora, non solo le start-up ma anche le aziende tecnologiche più affermate, stanno lanciando nuovi prodotti per le cosiddette smart home. Nel solo 2017 questo mercato ha conosciuto un veloce incremento generando più di 70 miliardi di euro.

Anche se il principale produttore di tecnologie per la domotica sono gli Stati Uniti, una crescita rapida sta avvenendo anche in Europa, Cina, Giappone e Australia.

Gran parte di questo successo è dovuto alla sbalorditiva diffusione di smartphone e tablet sul mercato che, grazie alla loro costante connessione a Internet, consentono di controllare una miriade di altri dispositivi collegati alla rete.

A confermarlo anche la ricerca sull’“identikit del consumatore digitale”, la quale ha rivelato che il settore nel quale gli utenti on-line effettuano la maggior parte delle loro spese (il 65%) è quello dell’elettronica. A questo proposito è stata stilata una classifica che ha analizzato i prodotti della categoria Elettronica più desiderati, dalla quale è emerso che i prodotti più acquistati in assoluto sono proprio gli smartphone, tv, tablet e notebook.

La classifica ha cercato di scoprire il mese dell’anno più conveniente e il relativo risparmio massimo per acquistare uno di questi prodotti tramite un comparatore prezzi. L’analisi ha cercato inoltre di anticipare le tendenze sui consumi dopo la fiera dell’elettronica IFA che si terrà a fine agosto a Berlino, sulla base dei dati dall’anno precedente. La nuova edizione di IFA si preannuncia infatti particolarmente promettente grazie alla varietà e alla qualità di produttori di smartphone, dispositivi indossabili o legati alla smart home, pronta a mostrarci quale direzione sta percorrendo l’innovazione in Europa.

Dati simili sul trend di vendita dei dispositivi digitali sono emersi anche dal rapporto dell’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano, che ha rivelato il 79% dei consumatori italiani è largamente disposto ad acquistare prodotti tecnologici (il 33% in più rispetto all’anno precedente).

Ma quali sono i dispositivi che possiamo poi andare a controllare con uno smartphone? Quando si parla di smart home o domotica ormai non ci riferiamo più solo a smart Tv o a climatizzatori attivabili a distanza, ma parliamo decine di oggetti intelligenti, dalle finestre al controllo dei pannelli solari, dai sistemi antifurto al controllo dell’irrigazione del giardino.

L’era via cavo è ormai terminata, e grazie alla tecnologia wireless non vi sono più limiti. Una grande dotazione, ora in voga, sono i pannelli touch screen a muro attraverso i quali può essere controllata non solo la luce, e le sue gradazioni e colori (cromoterapia), ma anche il risparmio energetico e la gestione dei pannelli solari.

La smart home dunque non è solo innovativa, ma anche sostenibile. I numeri sono ancora inferiori rispetto alla media europea ma, come mostrano le analisi sulle vendite online, questi dispositivi intelligenti sono in costante crescita.

Asia Jane Leigh

Pagine

Abbonamento a Il portale della Fratellanza aggregatore