Il Cambiamento - feed

Nutrizionisti senza frontiere: perché il cibo sia diritto di tutti alla salute

Nutrizionisti Senza Frontiere nasce ad Ancona tre anni fa da un'idea di due biologhe nutrizioniste poco più che trentenni: Veronica Madonna ed Emanuela Pellegrini. L'obiettivo quello di creare una rete di nutrizionisti volontari al servizio di progetti umanitari. Abbiamo fatto il punto con protagoniste per raccontarvi questo bel progetto.

Immigrazione e ipocrisia, l'irrealizzabile aiuto “a casa loro”

Gli immigrati sono carne da macello buona per tutte le occasioni e tutte le stagioni, sarebbe possibile certamente affrontare il problema e risolverlo ma non è affatto questo l’obiettivo di governanti e politicanti vari, perché la risoluzione del problema significherebbe attuare dei cambiamenti così profondi che nessuno degli attori con le mani in pasta sarebbe disposto ad accettare.

Il Mediterraneo dei popoli: in viaggio con Simone Perotti

È salpata il 17 maggio 2014 la spedizione italiana culturale e scientifica guidata da Simone Perotti che per 5 anni navigherà a vela per Mediterraneo, Mar Nero, Mar Rosso. Prima esperienza al mondo di co-sailing. Facciamo il punto proprio con l’artefice del progetto.

A Roma il Festival di cultura ecologica

Si tiene a Roma al Casale Podere Rosa, dal 20 al 22 luglio, la prima edizione del Festival di Cultura Ecologica. Una tre giorni di incontri, dibattiti, cinema, musica e cibo biologico insieme ad esperti e appassionati per discutere delle problematiche ambientali attuali sempre più urgenti.

La difesa non violenta entra in Parlamento

E' stata incardinata alla Camera dei Deputati la Proposta di Legge per una Difesa Civile non armata e nonviolenta. Soddisfazione della campagna “Un'altra difesa è possibile” che ha dato vita al percorso.

Autosvezzamento: il bambino protagonista

L'Alimentazione Complementare a Richiesta (ACR) è più conosciuta come "autosvezzamento". Si tratta di una modalità naturale e rispettosa per svezzare il bambino senza l'uso di pappe e cibi formulati e confezionati per l'infanzia. Ce ne parla il dottor Lucio Piermarini.

L'auto vince su tutto: così firmiamo la nostra condanna

Nelle grandi città italiane l’auto privata batte il trasporto pubblico, sempre più indietro e poco efficiente. Tra tagli, ritardi, mezzi pubblici vecchi e lenti, guasti e disservizi, l’offerta del servizio pubblico è ferma al palo e intanto a farne le spese sono l’ambiente e i cittadini.

La "bibbia" della permacultura arriva in autunno

Parte la fase tre del progetto di traduzione del manuale di permacultura di Bill Mollison. Incontriamo Ignazio Schettini, ideatore e coordinatore del progetto che ci illustra i prossimi passi e il sogno di portare in giro per l'Italia, con un lungo viaggio in bicicletta, la sua esperienza.

La scienza è sempre più dei cittadini con la "citizen science"

Mentre c'è chi si ostina a proclamare in tv che "la scienza non è democratica" e che è patrimonio di pochi eletti, la realtà dei fatti procede sulle sue gambe e vede la sempre maggiore diffusione della cosiddetta "citizen science", ossia la partecipazione dei cittadini alla ricerca scientifica. Lo stesso Obama l'ha sempre sostenuta.

Dalle piante possiamo imparare chi siamo

L'etnobotanica e la paleoetnobotanica in particolare ci possono aiutare a ricostruire la storia della relazione tra l'uomo e il mondo vegetale: in che modo gli uomini hanno usato le piante per scopi alimentari, medicinali o per costruirsi ripari e come le hanno selezionate e modificate nel tempo.

Piccoli borghi antichi: un patrimonio da recuperare

In Italia ci sono tantissimi luoghi che sono semi abbandonati e che non aspettano altro che essere ripopolati, sono i piccoli borghi caratteristici. Hanno vantaggi grandissimi dal punto di vista della qualità della vita, della relazione con la natura, meno stress, molta più possibilità di autoprodursi energia e alimentazione e quindi ridurre le spese. Scopriamoli.

Il governo italiano sceglie l'industria bellica come pilastro del "sistema paese"...

Il mensile «Nigrizia» di giugno fa un quadro puntuale della produzione e commercio internazionale delle armi italiane e del coinvolgimento collaborativo e interessato delle banche, che mettono a disposizione dell’industria bellica servizi di intermediazione ben remunerati e conti correnti. Come recita l’incipit, «l’industria militare è il pilastro del sistema Paese. È ciò che pensa il governo. E i dati lo confermano. Cresce la spesa e l’export di armamenti conosce un vero boom. Soprattutto verso i regimi della penisola arabica. Cala, invece, la vendita verso l’Africa. Le banche sostengono il business seppellendo ogni tentennamento etico».

La crescita non ha nulla a che fare con l’economia

Ci bombardano e martellano costantemente che la crescita è cosa buona e giusta, ma noi non ci stanchiamo di ripetere che è impossibile una crescita illimitata in un pianeta dalle risorse finite. È un'ovvietà disarmante, come dire che la pioggia è bagnata. Che piaccia o meno, questi sono i fatti che non hanno niente di ideologico, sono la pura e semplice realtà.

Ecco cosa si rischia con il Ceta. Il 5 luglio mobilitazione per dire no

Il Parlamento italiano si appresta a ratificare il Ceta, un accordo internazionale che, come spiegato da Monica Di Sisto, vice presidente di “Fair Watch” e portavoce della campagna “Stop TTIP”, «decreterà la vittoria delle multinazionali e schiaccerà i diritti e la voce di cittadini e Stati». Il 5 luglio mobilitazione nazionale per dire no.

Adesso basta, scollocatevi

La casa editrice Chiare Lettere ristampa, con uscita proprio oggi 29 giugno, il libro "Adesso basta" di Simone Perotti, uno dei primissimi manuali scritti da qualcuno che ce l'aveva proprio fatta a cambiare lavoro e vita... Un messaggio, quello di Simone, più attuale che mai.

Pagine