Argomenti

Il percorso della Fratellanza

Pensiero del giorno: Il sottile effetto

La maggior parte delle conoscenze che gli esseri umani cercano di acquisire serve loro soprattutto a guadagnarsi da vivere o a fare bella figura davanti agli altri, ma non è di alcuna utilità per affrontare le prove della vita. Il sapere iniziatico, invece, forse non permette loro di trovare un lavoro e ancor meno di stupire gli altri, ma li sostiene nella vita psichica perché riguarda la loro natura profonda; esso dà la possibilità di lavorare sulla propria materia al fine di rimanere padroni di se stessi in ogni situazione.
Inizialmente non sentirete tanto l’utilità del sapere iniziatico, poiché esso agisce lentamente e in profondità, non dà subito grandi risultati. Ma un giorno vi renderete conto che la massa sempre più grande di informazioni attinte dai libri, dai giornali, dalla radio e dalla televisione non vi dà l’essenziale, e allora vi rivolgerete al sapere iniziatico.

Mikhael Omraam Aivanhov

 

Contenuti: 

Pensiero del giorno: Il Cuore magnete dell'UNO

Il Cuore include e al tempo stesso libera da ogni paura. Così procede l'evoluzione, per inclusione di parti che via via ricompongono il Tutto in UNO. La paura è la percezione della separatezza delle parti che agognano ricongiungersi. In questo modo il Cuore esplica la funzione di grande magnete che attrae le diversità combinandole in molecole di amorevole servizio. Una volta integrate esse rispondono armonicamente alla Vita così da costituire l'intreccio inestricabile in cui ogni singola parte contiene il proposito d'insieme. Come frammento dell'unico ologramma che ha in sè l'immagine dell'intero e la ridona all'osservatore secondo l'angolo di visuale.

Contenuti: 

Pensiero del giorno: Immaginare il meglio

Le vostre debolezze e i vostri difetti sono il risultato di cattive abitudini che avete preso nelle vostre incarnazioni precedenti, e per sbarazzarvene voi credete che il metodo giusto consista nell'accanirvi su di essi. Ebbene no, il metodo giusto consiste nel neutralizzarli. Come? Occupandovi piuttosto di ciò che potete costruire per l’avvenire. Dite a voi stessi: «Ora edificherò in me qualcosa di nuovo», e ogni giorno mettetevi al lavoro con una fede incrollabile e una convinzione assoluta. Fate appello a tutti i mezzi che Dio vi ha dato: il pensiero, il sentimento, l’immaginazione, e cominciate a formare in voi le immagini più belle. Sforzatevi di vedere voi stessi nella poesia, nella musica, nella luce, nella perfezione delle forme, con tutte le qualità, i doni e le virtù: la bontà, la generosità, la possibilità di sostenere gli altri e di illuminarli. Poi, fate in modo che durante tutta la giornata quelle immagini ispirino le vostre azioni e tutto il vostro comportamento. Quella costruzione luminosa, perfetta, ricoprirà a poco a poco le lacune e le imperfezioni che avete riportato dal passato. 

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Contenuti: 

Pensiero del giorno: O tempora... o mores

La bocciatura della nostra manovra economica da parte della Commissione europea sancisce un fatto: ad uno stato sovrano della C.E. non è consentito svolgere una politica che non sia in linea con l’assetto economico europeo; in altre parole, non è consentito avere una politica anti sistema. Nessuna manovra è ammessa, che voglia porre il Welfare al centro dell’interesse nazionale. Ciò equivale a dire che uno stato europeo non è libero di scegliere il proprio destino.

Ciò è inammissibile!
Sarebbe come dire, che l’unico sistema consentito debba essere quello del dominio dei mercati, delle banche e del neo liberismo capitalista. Verrebbe da rimpiangere la visione comunista; perlomeno, quella originale, che dell’uguaglianza dei popoli e della cooperazione fraterna fece la propria bandiera. Quali tempi oscuri possono partorire lo schiacciamento dei popoli sotto il macigno del MERCATO GLOBALE?

“O tempora… o mores”!

Contenuti: 

Pensiero del giorno: La Scienza dell'Amore

È scritto nei testi illuminati dei Maestri spirituali che il progresso dell’Umanità nei prossimi secoli è sempre più affidato all’attività scientifica. Non v’è dubbio che la Scienza stia contribuendo al miglioramento della vita su questo pianeta e che grazie ad essa la maggioranza dei Popoli della Terra abbiano raggiunto un soddisfacente tenore di vita. Quello che occorre sapere è quale direzione debba prendere la Scienza per divenire il veicolo più idoneo a percorrere la Via Maestra che conduce la Coscienza umana ad evolvere.
Il sistema planetario basato sullo scambio ha un disperato bisogno di Amore su tutti i piani e in tutte le attività. L’Umanità ha raggiunto un considerevole livello di intelligenza ma è ancora molto carente nel fondere l’intelligenza con l’Amore. Si sa che è Amore a muove le stelle; che Amore guarisce ogni male e costruisce relazioni armoniche. L’Amore a tutto tondo dovrà pervadere ogni attività e, dunque a maggior ragione, anche quella scientifica. I testi illuminati lo descrivono come energia di coesione capace di attrarre tutto ciò che è utile a costituire una totalità integrata ed a repellere ciò che non è utile e pronto a quello scopo. L’Amore è pure accostato alla Ragione pura poiché è capace di irrompere nel cervello ed aprirlo a nuovi orizzonti, facendo scorgere la visione dei significati e delle cause di ogni effetto. È Amore la nostra chiave di salvezza per aprire tutte le porte anche le più segrete del cuore. La Scienza ha questo compito, trasformare la propria ricerca in una ricerca d’Amore.

Contenuti: 

Pensiero del giorno: Trasformare gli istinti

L’essere umano nasce animale per divenire uomo. In questo percorso dapprima è spinto in attività dai tre istinti primari che attivano le principali funzioni di: Affermazione, Procreazione e Aggregazione. In questo modo la persona tende ad affermare il proprio io, a proiettarlo nei figli e a costruirsi una famiglia o un clan in cui sentirsi protetta, scambiando beni, capacità e affettività.
Via via che la coscienza si espande in virtù della funzionalità dei tre istinti che pongono l’essere in rapporto con se stesso e gli altri, nasce e cresce un impulso di cambiamento sempre più forte che trasforma l’istinto di Affermazione dell’io in intuizione di Affermazione del Noi, aprendo l'essere umano ad una visione più ampia del compito individuale e dell'esistenza del singolo. L’istinto di Procreazione, a sua volta, viene trasmutato, sempre mediante l’intuizione, in una creatività superiore a disposizione del Bene Comune. In questo modo il bisogno di trasmettere i propri “geni” ai figli viene mutato nella scelta di sviluppare i propri talenti e metterli a disposizione degli altri. L’istinto di aggregazione, infine, è sostituito dall'intuizione che esiste un valore più importante di quello dello scambio o della relazione affettiva all’interno di una cerchia ristretta di consanguinei e parenti. È la consapevolezza di appartenere alla Grande Famiglia Umana di cui tutti facciamo parte.
In definitiva, possiamo concludere che gli istinti animali sono utili all’essere umano per farlo progredire ad un livello superiore di coscienza in cui l'istinto cede il passo all'Intuito. Così l’io è trasformato nel Noi; la Procreazione è trasmutata in Creatività superiore e l’Aggregazione è sublimata nella Fratellanza.

Contenuti: 

Pensiero del giorno: Il senso della preghiera

Chi prega, lo fa per ottenere qualcosa; ma in realtà è nella preghiera stessa che dovete trovare la vostra gioia… Sì, nell’atto di pregare, sapendo che il giorno in cui sarete esauditi, non avrete più la felicità di chiedere! Quando i desideri si realizzano, si sente all’improvviso una mancanza e si rimpiangono i bei giorni del passato in cui si attendeva, immaginandolo, qualcosa di meraviglioso.
Sforzatevi quindi di trovare tutta la vostra gioia nel legame che la preghiera crea fra il Cielo e voi; altrimenti, in seguito, quando avrete ottenuto ciò che desideravate, Dio solo sa se sarete veramente soddisfatti! Quando avrete capito il vero significato della preghiera, sarete sempre felici, anche se dovrete soffrire di privazioni. Perché nessuno vi può impedire di creare, nel mondo sottile del pensiero, cose straordinarie che, pur rimanendo inaccessibili, saranno sempre presenti in voi.

Mikhael Omraam Aivanhov

 

Contenuti: 

Pensiero del giorno: Innalzare lo sguardo

Ogni tanto pensare in modo diverso dal solito fa bene per confrontarci con noi stessi. Le nostre convinzioni, per quanto utili a formare la struttura portante della personalità, rischiano di farci perdere di vista la Verità creandole intorno una cortina difensiva  – la nostra interpretazione della verità –  che, spesso, diventa una cortina fumogena.

La Verità è Una, ma è colta dalla coscienza in forma dinamica. Dunque, ciò che noi cogliamo della Verità Una è una sfaccettatura alla volta dei mille suoi riflessi nella dimensione apparente. Quando cambiamo il punto di vista, rimanendo coerenti all’ideale che ci guida e ispira, ci consentiamo di rinnovare la nostra proiezione della verità innalzando e approfondendo, al tempo stesso, lo sguardo sulla Vita.

Contenuti: 

Pensiero del giorno: Semplicità, folgore dell'eterno

Nel percorso di perfezionamento spirituale che altro non è che la realizzazione perfetta della giusta proporzione di Spirito, Coscienza e materia nella manifestazione delle forme, si dà grande importanza alla semplicità. Semplicità è sinonimo di comprensione, poiché ciò che è complesso diviene semplice nel momento in cui, dopo averlo sperimentato, è assimilato, dunque, compreso entro la Coscienza. Semplicità è, quindi, sinonimo di realizzazione. Ciò che è realizzato è reso manifesto chiaramente, ossia, rifulge della propria luce divina.

L’intera creazione è una equazione risolta in modo tanto elegante da apparire semplice agli occhi dell’Osservatore che coglie subitamente la nota, il colore e la fragranza dell’intreccio d’Amore. Si, perché la semplicità ha molto a che vedere con l’Amore che la sostiene. Tutto ciò che non è semplice nell'immediatezza della rivelazione è ancora confuso e velato, complicato dalle involuzioni labirintiche della mente poichè sostenuto artificiosamente da una intelligenza priva d'Amore. Ciò che è semplice è immediato nella sua intrinseca, disarmante e sorprendente Verità. Come la folgore che squarcia il buio e manifesta, nell’attimo di splendore, la luce dell’eterno infinito. Accogliamo, dunque, la semplicità come dono del Divino che si palesa all’umano e lo rende partecipe co-creatore del Grande Disegno Evolutivo.

Contenuti: 

Pensiero del giorno: Idea azione e forma

Affinché avvenga l’Azione creativa occorre che si stabilisca una polarizzazione tra due soggetti: Spirito e Materia, maschile e femminile, Anima e persona, Idea e mente. Questa è la Legge di Attrazione magnetica della Vita Una. Il campo elettro-magnetico attrae e, quindi, crea il movimento (azione) nello spazio tempo. Il Suono ne è l’esecutore e anche l’espressione. L’Archetipo divino (idea) è ricevuto dalla Coscienza entro la mente superiore (mente astratta) che lo trasmette, per attrazione magnetica, all’inferiore (mente concreta). L’Idea è recepita dalla mente inferiore come ideale, e ponendo l’ideale come meta, essa unisce, per attrazione magnetica, la mente al cuore in sinergia creativa. La mente proietta l’immagine che è la Meta ideale, e il suono, espressione della Gola e del Cuore, costruisce il Ponte per raggiungerla. Così inizia l’Azione che conduce l’Idea a prendere nuova forma nella Vita.

Contenuti: 

Pagine

Abbonamento a RSS - Argomenti