Argomenti

Il percorso della Fratellanza

Pensiero del giorno: Salto in quarta e quinta dimensione

Si parla spesso, in questi giorni di grande sconquasso per l’Umanità, del salto in quarta dimensione, se non addirittura in quinta. Quarta e quinta dimensione hanno la suggestione di dimensioni spirituali liberatorie in cui essere proiettati da un fantasmagorico Demiurgo con un colpo di bacchetta magica per evitare i mali del mondo. Le cose non stanno proprio così.
La quarta dimensione è quella Buddhica, ossia, la dimensione della Coscienza animica. La quinta è quella Atmica o degli Archetipi, i principi primi, di cui tutte le forme non sono che riflessi più o meno imperfetti. Noi siamo abituati a sperimentare lo spazio tridimensionale in cui siamo immersi con i nostri corpi. Larghezza, lunghezza ed altezza sono i movimenti che possiamo compiere misurando ciò che ci circonda. In queste tre dimensioni accadono gli avvenimenti che ci fanno sprofondare nel dolore o ci danno piacere. Eppure abbiamo un modo per saltare d’un balzo nella quarta dimensione senza aspettare il Demiurgo. È quello dell’Osservatore distaccato.

L’Osservatore, infatti, proprio perché è distaccato, può osservare ciò che gli accade intorno senza esserne condizionato e travolto, come invece succede quando è calato nelle tre dimensioni temporali. L’Osservatore è la Coscienza che si riconosce in se stessa e sa di poter utilizzare a piacimento i tre mondi spaziali per evolvere. Non sentendosi imprigionata in essi, è libera di stare nel presente atemporale e fare in esso l’esperienza della “Pace”. In quella dimensione dove tutto è armoniosamente in un’ordine d’Amore, la Coscienza vede gli Archetipi come modelli perfetti in cui modellare le forme sottostanti per svolgere il proprio compito di portare il Cielo in Terra, o la quinta dimensione dello Spirito, entro ogni forma.

Contenuti: 

Pensiero del giorno: In alto i cuori

"In alto i cuori" (sursum corda) è il nuovo mantra che echeggia da più parti in questo momento. Lo ha adottato come slogan il movimento 5 stelle per galvanizzare i militanti, lo sta adottando il movimento dei cattolici per risvegliare la propria fede e ritrovare una carità coraggiosa; e ancor prima lo proclamava Mussolini nell’infiammare le masse di italico orgoglio.

In alto i cuori ha un significato preciso al di là degli usi propri o impropri. È il comando universale per innalzare la frequenza dell’Umanità e del Pianeta alla vibrazione del Cuore e della Mente Divina per sintonizzare le vicende umane con il Piano evolutivo affinché il Cielo e la Terra siano di nuovo Uno. Non è un caso che nella liturgia della Santa Messa all’esortazione del sacerdote: “Sursum corda” (in alto i cuori) i fedeli rispondano: “Habemus ad Dominum”, ossia, sono rivolti al Signore.

Contenuti: 

Pensiero del giorno: L'opportunità ciclica

A volte ci chiediamo se basta una volta per imparare una lezione e la risposta è, ovviamente: NO! Per questo la vita ci ripropone le stesse prove, fino a quando non le ripercorriamo ed elaboriamo, così risolvendole. Vorremmo che il giorno fosse più lungo per riuscire ad espletare tutte le incombenze quotidiane, ma il giorno è sempre di 24 ore e non ci concede un minuto in più. Ciò che possiamo fare è riprendere la stessa lezione, ciclo dopo ciclo. Nulla vale pretendere che il tempo si fermi. I cicli si susseguono ininterrottamente riproponendoci ad ogni tornata una nuova opportunità di crescita. Sta a noi approfittarne ripetendo e stratificando la sperimentazione fino al momento in cui ne avremo fatto esperienza.

Non vale la pena, dunque, soffermarsi troppo a lungo su di una lezione. Se non l’apprendiamo significa che non siamo ancora pronti a riceverne l’insegnamento. La ruota della ciclicità gira, di segno in segno, e noi con essa finché ne cogliamo il senso.

Contenuti: 

Pensiero del giorno: Da 0 a 10 i numeri della creazione

Dallo 0 come potenziale immanifesto sorge l'impulso trino a manifestarsi. Volontà, Amore e Intelligenza sono gli aspetti qualitativi del Divino che si manifesta. Ma i 3 sono anche 1 poiché espressione dell'unico Creatore. La Trinità così composta proietta il suo riflesso nei piani inferiori dove viene a costituire una seconda tripicità formata da mente, emozioni e fisicità: i 3 piani del mondo apparente. I 3 sopra e i 3 sotto costituiscono una coppia di opposti, o dualità,  che esprime la parità o l'equilibrio delle forze in gioco. Il numero 6 (i 3 sopra + i 3 sotto) ha, dunque, valore di stabilità. Il 4 é il numero che media tra la coppia dei 3, poiché si trova proprio tra i primi 3 e i secondi 3. In virtù della sua mediazione, volge il 6 in movimento o, in altre parole, trasforma la staticitá simmetrica in asimmetria dinamica. In tal modo produce, assieme alla coppia di 3, il settenario creativo che è il movimento del Proposito Divino entro la molteplicità delle forme sostanziali.

 

Ciò che produce il movimento e muta il 6 in 7 é la Coscienza (il 4) che media tra le due triplicitá. Ma la Coscienza o Anima per agire sulla materia deve incarnarsi costituendo l'essere umano che ha valore numerico 5 come ci ricorda l'immagine dell'"uomo di Vitruvio" di leonardesca memoria. Il 5 esprime appieno lo sforzo creativo della coscienza che, riunendo in sé le qualità della Trinità Divina e le caratteristiche della personalità umana, plasma le forme per manifestare la potenza di Dio. La manifestazione, come sappiamo, è ciclica, e dunque esprime numericamente l'8, simbolo dell'infinito ripetersi dei cicli. Ma la ciclicità produce, in realtà, il movimento a spirale dell'evoluzione che in sè è un 9, come si deduce dal suo segno. E l'evoluzione spinge la Coscienza a plasmare le forme fino a completarle nella perfezione. Dio che è 1 contempla nel 10 la perfezione della Sua Creazione. Così Alfa e Omega si fondono nel compimento: 010.

 

 

Contenuti: 

Pensiero del giorno: L'amore è ragione pura

L'Amore è Ragione pura poiché dà la visione della Causa suprema e del supremo significato del Piano Divino disvelando e spiegando, ossia, portando nella retta luce, la giusta azione da compiere. La Bellezza è l'azione giusta che riguarda l'espressione delle forme che dal particolare evocano l'universale. Il Bene è l'azione giusta che concerne l'irradiazione dei sentimenti di inclusività, comprensione e fratellanza. La Verità è l'azione giusta che svela l'intenzione e la motivazione ad agire per il Bene e la Bellezza del mondo portando in essere il Piano Divino.

Contenuti: 

Pensiero del giorno: Prigionieri della pubblicità

La pubblicità sta dilagando dappertutto, anche su internet, che fino a qualche anno fa ne era esente. Ora, quando apriamo un sito o un video, appare “Lei” a catturare lo schermo e l’attenzione. Se fossimo coscienti di quanto la pubblicità condizioni tutti, la aboliremmo dai nostri pensieri; ma il fatto è che “Lei” agisce da scaltra seduttrice e ci tenta fino a quando non restiamo imprigionati nella sua rete, non con i pensieri, bensì, con le emozioni.

Il desiderio è la spinta emotiva che fa muovere le masse fino a ché non viene sostituito dall'aspirazione spirituale che induce l’essere umano a servire il Piano divino di Verità, Bene e Bellezza, piuttosto che il proprio potere materiale. Lo sa bene “Lei” che sul desiderio ha costruito un impero. Lei non informa in modo distaccato; Lei tenta e seduce ogni persona attraverso una bellezza truccata, insinuandosi nelle viscere sino a possederla. Lei è la fata Morgana che ammalia e illude con incantesimi mediatici. Altro non sono che rituali di magia nera. La magia della separatività che mina ogni tentativo di costruire giuste relazioni di fratellanza.

Resistiamo al suo canto malefico come Ulisse con le sirene. Restiamo sordi al suo richiamo petulante e ascoltiamo la voce silenziosa dell’Anima.

Contenuti: 

Pensiero del giorno: 10 semi per l'Umanità

Pensiamoli e affermiamoli irradiandoli come proposito del nuovo anno e della Nuova Era Aquariana affinchè promuovano nelle coscienze il cambiamento necessario a far rifiorire l'Umanità.

 

La diversità è l'essenza della vita

Cinque sono le razze ma Una è l'Umanità

La buona volontà è la base dei rapporti umani

La pace è una realizzazione interiore

Il potere è la forza del servire il Bene comune

L'ingegno umano è la misura di scambio fra i Popoli

Le risorse del Pianeta appartengono all'Umanità intera

La tecnologia deve servire l'Uomo rispettando la natura

Il dono è energia d'Amore che dà valore allo scambio

L'energia solare è la migliore risorsa

 

Contenuti: 

Pensiero del giorno: La metafora dell'acqua 2

L’Anima si incarna in un corpo per evolvere in coscienza e contemporaneamente elevare la vibrazione della materia fino a farle manifestare pienamente il proposito dello Spirito nella sua perfezione.

Per svolgere il compito si serve del Karma che attrae quelle forme che ancora necessitano di un trattamento per correggere la deformazione accumulata. Così l’Anima si incarna vita dopo vita prendendo respiro in un nuovo corpo. Il primo vagito ne è il segnale che la immette nel mondo delle forme la cui aria deve respirare per poterle plasmare di nuovo consapevolmente. L’aria è indispensabile agli esseri viventi poiché contiene Ossigeno, lo Spirito vitale, il Padre che infonde ma anche ritira il suo impulso al termine di ogni ciclo. In questo consiste il paradosso dell’Ossigeno che ci illumina sulla sua funzione. Indispensabile per la vita, produce tuttavia, l’ossidazione, provocando l’invecchiamento di tutte le forme vitali tra cui l’essere umano.

Ma l’Ossigeno esiste anche nell’acqua che è fonte di vita. Nell’acqua si combina con l’Idrogeno, Madre materia, elemento fondamentale dell’Universo. Se nell’aria l’Anima cosciente respira la vita, entro l’acqua, che è l’unione tra il padre Ossigeno e la madre Idrogeno, ossia, Spirito e Materia, scioglie i legami karmici lavando le ferite e purificando il desiderio in amore. L’acqua purifica dissetando l’Anima che ha sete di servire il Piano divino. Così il discepolo diventa servitore dell’Umanità dissetando con l’acqua di Vita chi incontra sul proprio cammino.

Contenuti: 

Pagine

Abbonamento a RSS - Argomenti