Argomenti

Il percorso della Fratellanza

Pensiero del giorno: Dall'istinto all'intuizione

L’essere umano è un aggregato dei regni di natura minerale, vegetale, animale, coordinati da una coscienza unica. All’inizio del suo percorso evolutivo è poco più che un animale che risponde alle leggi istintive di Natura percependo il grande spirito del pianeta.

Col progredire della coscienza, egli si eleva dagli istinti e cerca un contatto superiore, così distaccandosi e perdendo la connessione con il mondo naturale, senza ancora avere acquisito la percezione del mondo spirituale. Ora è preso dalle emozioni ed agisce con grande sofferenza attraverso il corpo emotivo che condiziona i pensieri insorgenti. È dominato da Kama-Manas, ossia da un misto di desiderio e pensiero. Vede le coppie di opposti in opposizione tra loro ed è agitato oscillando tra il bene e il male. L’ottenimento di ciò che gli appare come il proprio bene lo separa dagli altri in una dimensione egoistica. Via via che sperimenta il bene personale agognato, si accorge che dopo una breve felicità ricade in un nuovo desiderio che lo induce a soffrire nuovamente.

Così disilluso dal desiderio cerca una condizione più stabile e scopre che, al di sopra del desiderio, sta l’Aspirazione spirituale, ossia, il riconoscimento di appartenere ad una Umanità che è coesa poiché è Una nello Spirito. Così incomincia a volere il Bene non più per sé ma per un più grande numero di persone intorno a lui. Ora ha accesso al piano dell’Anima che precipita entro la sua mente le intuizioni che svelano la Verità del Piano Divino e lo elevano sopra le nebbie dell’illusione. Tale dimensione è: Buddhi-Manas, ossia, la Saggezza dell’Anima che adombra l’intelletto.

È un Uomo nuovo, molto diverso da quello primitivo agito esclusivamente dalle Leggi di Natura. Egli è libero di pensare secondo le Leggi evolutive e percepisce non più lo spirito del pianeta bensì il Logos Planetario, il Grande Essere Pensante, di cui egli è parte, e che dirige l’evoluzione.

Contenuti: 

Pensiero del giorno: Verso l'Economia Divina

Tutto il vostro avvenire sta nella vita che conducete oggi, nella direzione che date ai vostri pensieri e ai vostri sentimenti, nelle attività in cui impiegate le vostre energie. Sì, perché a seconda che siate attenti e vigili oppure no, voi sgomberate il terreno, o al contrario lo ingombrate con ogni genere di cose inutili e persino nocive che impediscono il vostro corretto sviluppo.
Tutta la giornata di ieri ha preparato quella di oggi, e quella di oggi prepara quella di domani. Ecco dunque il segreto: diverse volte nel corso della giornata, fermatevi un momento per osservarvi. Dite a voi stessi: «Vediamo, come sto utilizzando le mie energie?... In quale direzione le proietto?...», e date finalmente prova di un po' di discernimento, di saggezza, di un po' di senso dell'economia. In questo modo potrete affrontare il giorno successivo nelle migliori condizioni.

Omraam Mikhael Aivanhov

 

Contenuti: 

Pensiero del giorno: Codice e frequenza

La Vita è un intreccio di vibrazioni originate da codici numerici, o matematica di Dio, che pulsano a velocità variabili. La fisica le chiama frequenze e le misura in Hertz. Gli Hz, tuttavia, non indicano il codice numerico di una determinata forma d’onda, bensì la sua velocità, ossia, quante oscillazioni di quella forma avvengono in un secondo. Come dire che la velocità vibratoria è l’esecuzione nel tempo e nello spazio del codice matematico originale che dà forma a quell’onda. In altri termini, il codice originale di una determinata forma resta invariato, poiché è fuori dalla manifestazione formale. Esso non subisce il logorio del tempo, essendo oltre il tempo, in quella eternità infinita che è l’Assoluto. È l’energia potenziale che comprende tutti i codici in una sola serie numerica entro l’oceano sconfinato da cui scaturisce la Creazione. È la sequenza basata sul “PHI” o 1,618, misura aurea degli antichi Saggi, da cui emergono come per magia tutte le combinazioni creative.

Il codice è, dunque immutabile. Ciò che muta o rallenta è la sua velocità d’esecuzione. Rallentamento che nella forma prende il nome di degrado; una corruzione che può deteriorarla fino a renderla irriconoscibile. È ciò che accade quando osserviamo gli accadimenti del mondo in cui è impossibile intravvedere il codice di perfezione originale nel degrado della forma d’onda che lo manifesta. Il codice, tuttavia, resta integro, intatto e incorruttibile. Dovremmo, quindi, ristabilire la velocità originaria dell’onda per ripristinarne la funzione e bellezza archetipica. Ciò vale per tutte le frequenze, siano esse pensieri, emozioni, azioni, accadimenti o stati di salute.

Per intenderci, la malattia è un abbassamento in frequenza di uno stato di benessere originario che investe l’intera persona riflettendosi nei corpi sottili fino ai sistemi e organi del corpo fisico. Ciò non significa che il codice originale sia mutato; significa che la velocità della frequenza, che è la forma di quel codice, è rallentata e si è corrotta per via di una perdita di sintonia con le dimensioni dell’Anima e di ritmo con la sinfonia della Vita Una. Tra l’altro, vi è una sola forma d’onda riferita ad un codice univoco. Vi sono, invece, diverse velocità di esecuzione dello stesso codice a seconda del Piano di manifestazione: dal Mentale superiore a quello di Apparenza. In definitiva cerchiamo di restare in sintonia con la Vita senza complicarcela cercando di decifrare i codici segreti. La nostra evoluzione è dentro le forme e con esse ci è dato di lavorare per migliorarle. Se svolgeremo il compito tutto sarà in sincrono e danzeremo a tempo di valzer senza accorgerci di eseguire il codice nel ritmo universale.

Contenuti: 

Pensiero del giorno: Il sottile effetto

La maggior parte delle conoscenze che gli esseri umani cercano di acquisire serve loro soprattutto a guadagnarsi da vivere o a fare bella figura davanti agli altri, ma non è di alcuna utilità per affrontare le prove della vita. Il sapere iniziatico, invece, forse non permette loro di trovare un lavoro e ancor meno di stupire gli altri, ma li sostiene nella vita psichica perché riguarda la loro natura profonda; esso dà la possibilità di lavorare sulla propria materia al fine di rimanere padroni di se stessi in ogni situazione.
Inizialmente non sentirete tanto l’utilità del sapere iniziatico, poiché esso agisce lentamente e in profondità, non dà subito grandi risultati. Ma un giorno vi renderete conto che la massa sempre più grande di informazioni attinte dai libri, dai giornali, dalla radio e dalla televisione non vi dà l’essenziale, e allora vi rivolgerete al sapere iniziatico.

Mikhael Omraam Aivanhov

 

Contenuti: 

Pensiero del giorno: Il Cuore magnete dell'UNO

Il Cuore include e al tempo stesso libera da ogni paura. Così procede l'evoluzione, per inclusione di parti che via via ricompongono il Tutto in UNO. La paura è la percezione della separatezza delle parti che agognano ricongiungersi. In questo modo il Cuore esplica la funzione di grande magnete che attrae le diversità combinandole in molecole di amorevole servizio. Una volta integrate esse rispondono armonicamente alla Vita così da costituire l'intreccio inestricabile in cui ogni singola parte contiene il proposito d'insieme. Come frammento dell'unico ologramma che ha in sè l'immagine dell'intero e la ridona all'osservatore secondo l'angolo di visuale.

Contenuti: 

Pensiero del giorno: Immaginare il meglio

Le vostre debolezze e i vostri difetti sono il risultato di cattive abitudini che avete preso nelle vostre incarnazioni precedenti, e per sbarazzarvene voi credete che il metodo giusto consista nell'accanirvi su di essi. Ebbene no, il metodo giusto consiste nel neutralizzarli. Come? Occupandovi piuttosto di ciò che potete costruire per l’avvenire. Dite a voi stessi: «Ora edificherò in me qualcosa di nuovo», e ogni giorno mettetevi al lavoro con una fede incrollabile e una convinzione assoluta. Fate appello a tutti i mezzi che Dio vi ha dato: il pensiero, il sentimento, l’immaginazione, e cominciate a formare in voi le immagini più belle. Sforzatevi di vedere voi stessi nella poesia, nella musica, nella luce, nella perfezione delle forme, con tutte le qualità, i doni e le virtù: la bontà, la generosità, la possibilità di sostenere gli altri e di illuminarli. Poi, fate in modo che durante tutta la giornata quelle immagini ispirino le vostre azioni e tutto il vostro comportamento. Quella costruzione luminosa, perfetta, ricoprirà a poco a poco le lacune e le imperfezioni che avete riportato dal passato. 

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Contenuti: 

Pensiero del giorno: O tempora... o mores

La bocciatura della nostra manovra economica da parte della Commissione europea sancisce un fatto: ad uno stato sovrano della C.E. non è consentito svolgere una politica che non sia in linea con l’assetto economico europeo; in altre parole, non è consentito avere una politica anti sistema. Nessuna manovra è ammessa, che voglia porre il Welfare al centro dell’interesse nazionale. Ciò equivale a dire che uno stato europeo non è libero di scegliere il proprio destino.

Ciò è inammissibile!
Sarebbe come dire, che l’unico sistema consentito debba essere quello del dominio dei mercati, delle banche e del neo liberismo capitalista. Verrebbe da rimpiangere la visione comunista; perlomeno, quella originale, che dell’uguaglianza dei popoli e della cooperazione fraterna fece la propria bandiera. Quali tempi oscuri possono partorire lo schiacciamento dei popoli sotto il macigno del MERCATO GLOBALE?

“O tempora… o mores”!

Contenuti: 

Pensiero del giorno: La Scienza dell'Amore

È scritto nei testi illuminati dei Maestri spirituali che il progresso dell’Umanità nei prossimi secoli è sempre più affidato all’attività scientifica. Non v’è dubbio che la Scienza stia contribuendo al miglioramento della vita su questo pianeta e che grazie ad essa la maggioranza dei Popoli della Terra abbiano raggiunto un soddisfacente tenore di vita. Quello che occorre sapere è quale direzione debba prendere la Scienza per divenire il veicolo più idoneo a percorrere la Via Maestra che conduce la Coscienza umana ad evolvere.
Il sistema planetario basato sullo scambio ha un disperato bisogno di Amore su tutti i piani e in tutte le attività. L’Umanità ha raggiunto un considerevole livello di intelligenza ma è ancora molto carente nel fondere l’intelligenza con l’Amore. Si sa che è Amore a muove le stelle; che Amore guarisce ogni male e costruisce relazioni armoniche. L’Amore a tutto tondo dovrà pervadere ogni attività e, dunque a maggior ragione, anche quella scientifica. I testi illuminati lo descrivono come energia di coesione capace di attrarre tutto ciò che è utile a costituire una totalità integrata ed a repellere ciò che non è utile e pronto a quello scopo. L’Amore è pure accostato alla Ragione pura poiché è capace di irrompere nel cervello ed aprirlo a nuovi orizzonti, facendo scorgere la visione dei significati e delle cause di ogni effetto. È Amore la nostra chiave di salvezza per aprire tutte le porte anche le più segrete del cuore. La Scienza ha questo compito, trasformare la propria ricerca in una ricerca d’Amore.

Contenuti: 

Pensiero del giorno: Trasformare gli istinti

L’essere umano nasce animale per divenire uomo. In questo percorso dapprima è spinto in attività dai tre istinti primari che attivano le principali funzioni di: Affermazione, Procreazione e Aggregazione. In questo modo la persona tende ad affermare il proprio io, a proiettarlo nei figli e a costruirsi una famiglia o un clan in cui sentirsi protetta, scambiando beni, capacità e affettività.
Via via che la coscienza si espande in virtù della funzionalità dei tre istinti che pongono l’essere in rapporto con se stesso e gli altri, nasce e cresce un impulso di cambiamento sempre più forte che trasforma l’istinto di Affermazione dell’io in intuizione di Affermazione del Noi, aprendo l'essere umano ad una visione più ampia del compito individuale e dell'esistenza del singolo. L’istinto di Procreazione, a sua volta, viene trasmutato, sempre mediante l’intuizione, in una creatività superiore a disposizione del Bene Comune. In questo modo il bisogno di trasmettere i propri “geni” ai figli viene mutato nella scelta di sviluppare i propri talenti e metterli a disposizione degli altri. L’istinto di aggregazione, infine, è sostituito dall'intuizione che esiste un valore più importante di quello dello scambio o della relazione affettiva all’interno di una cerchia ristretta di consanguinei e parenti. È la consapevolezza di appartenere alla Grande Famiglia Umana di cui tutti facciamo parte.
In definitiva, possiamo concludere che gli istinti animali sono utili all’essere umano per farlo progredire ad un livello superiore di coscienza in cui l'istinto cede il passo all'Intuito. Così l’io è trasformato nel Noi; la Procreazione è trasmutata in Creatività superiore e l’Aggregazione è sublimata nella Fratellanza.

Contenuti: 

Pensiero del giorno: Il senso della preghiera

Chi prega, lo fa per ottenere qualcosa; ma in realtà è nella preghiera stessa che dovete trovare la vostra gioia… Sì, nell’atto di pregare, sapendo che il giorno in cui sarete esauditi, non avrete più la felicità di chiedere! Quando i desideri si realizzano, si sente all’improvviso una mancanza e si rimpiangono i bei giorni del passato in cui si attendeva, immaginandolo, qualcosa di meraviglioso.
Sforzatevi quindi di trovare tutta la vostra gioia nel legame che la preghiera crea fra il Cielo e voi; altrimenti, in seguito, quando avrete ottenuto ciò che desideravate, Dio solo sa se sarete veramente soddisfatti! Quando avrete capito il vero significato della preghiera, sarete sempre felici, anche se dovrete soffrire di privazioni. Perché nessuno vi può impedire di creare, nel mondo sottile del pensiero, cose straordinarie che, pur rimanendo inaccessibili, saranno sempre presenti in voi.

Mikhael Omraam Aivanhov

 

Contenuti: 

Pagine

Abbonamento a RSS - Argomenti