Documenti

Documenti e articoli di vari autori

La pazienza è una questione di ritmo

di Cristiana Milla

La pazienza è una qualità che solitamente le persone fanno fatica a definire. Se si invita infatti la gente a dire cosa gli viene in mente pensando alla pazienza, si otterranno risposte le più svariate: un anziano  apatico, un uomo rassegnato, l’essere pigri, l’essere disinteressati, etc. Anche all’impazienza è legata una differente percezione nelle persone: c’è chi la collega ad un giovane vivace, chi ad un bambino capriccioso, chi all’essere ansiosi, chi ancora all’essere determinati. C’è chi poi considera pazienza e impazienza due qualità innate, come sarebbero il colore degli capelli o la lunghezza dei piedi.

Contenuti: 

Giornata Mondiale dell'Invocazione e dei retti rapporti

Il 13 giugno, plenilunio di Gemini, si celebra la Giornata Mondiale dell'Invocazione e dei retti rapporti umani. 
Ci uniamo a tutti i gruppi che promuovono la Nuova Era di Aquarius per invocare le energie del rinnovamento.
 
Rispetto alla Politica chiediamo:
 
  • La cooperazione fra le Nazioni, per dar vita ad una Fratellanza fra i popoli, basata sull’Unità nella Diversità.
  • Un’evoluzione etica della Democrazia.
  • Un Governo formato da uomini illuminati, mossi dal senso di responsabilità e di servizio verso la Comunità.
  • Una politica basata sull’onestà, sulla sincerità, sulla trasparenza, sulla coerenza, sull’efficienza dell’amministrazione pubblica, sull’ottimismo, sulla qualità dei servizi e sulla volontà di Bene.
  • Delle leggi che rispettino i principi delle Leggi di Natura.
  • Il riconoscimento del Dovere, come servizio all’Organismo.
  • Una parità di diritti e doveri fra uomo e donna.
  • Magistrati che amministrino una Giustizia vera, libera e imparziale.

Contenuti: 

La Vera aspirazione e l'ego spiritualizzato (2°parte)

di Biancamaria Marelli

Assagioli, fondatore della Psicosintesi, afferma che in noi esistono molteplici subpersonalità, ovvero numerose parti spesso contradditorie e dissociate; quando le persone ignorano la quantità di “voci interiori” esistenti in loro (inclusa la voce del proprio “Sé”) e non si rendono conto della tendenza dell’ego a corrompere ogni aspetto della personalità per sabotare la crescita spirituale, cadono facilmente vittima delle seduzioni del proprio presunto “maestro interiore”, boicottando proprio quella crescita e trasformazione cui aspirano. Nulla può essere trasmutato se prima non è stato visto e conosciuto, secondo la successione: “Conosci te stesso; Padroneggia te stesso; Cambia te stesso”.

Contenuti: 

La Vera aspirazione e l'ego spiritualizzato (1° parte)

di Biancamaria Marelli

Alcune delle seguenti riflessioni - rivolte come sempre innanzitutto a me stessa - originano dall’osservazione di vari gruppi spirituali che ho frequentato, cui devo molto in ogni senso, e  dalla lettura del testo “Tra Cielo e Terra” di Mariana Caplan, ricercatrice spirituale lucida, disincantata e indipendente, capace di analisi obiettive e realistiche. Molti dei concetti espressi sono pertanto ripresi dal libro della Caplan. 

Contenuti: 

L'illusione di essere sul Sentiero

di Filippo Falzoni Gallerani

(brani tratti dagli articoli “Io, ego e Sé”; “Il Guru e l’ego spirituale”; “Introduzione all’io trasparente)

Se la luna, mentre completa il suo eterno viaggio intorno alla terra, ricevesse il dono dell’autocoscienza, sarebbe certamente convinta di stare viaggiando secondo la propria decisione lungo la sua strada con la forza di una decisione presa una volta per tutte. Allo stesso modo un Essere dotato d’intuizione superiore e una più perfetta intelligenza, che osservasse l’uomo e le sue azioni, sorriderebbe dell’illusione umana che lo spinge a credere di poter agire secondo il proprio libero arbitrio

(Albert Einstein)
 

Contenuti: 

La vera Aspirazione

Riduzione e libero adattamento di Biancamaria Marelli 

 

Aurobindo, agosto 1927

 

Due soli poteri possono, mediante la loro congiunzione, compiere la grande e difficile opera scopo del nostro sforzo: un'aspirazione costante, ineluttabile, che chiama dal basso ed una grazia suprema che risponde dall'alto. Ma, la grazia suprema non potrà agire che nella luce e nella verità; non potrà farlo nelle condizioni imposte dalla menzogna e dall'ignoranza. Se dovesse sottomettersi a queste esigenze, incorrerebbe nel fallimento dei suoi stessi piani.

Contenuti: 

La danza del mentre

Alex Corlazzoli intervista Alessandro Bergonzoni

L'ink all'articolo su Altraeconomia

 

Lo puoi incontrare seduto in carrozzina accanto ai disabili. Oppure alla Dozza, con Roberto Morgantini a “imbiancare” le celle per “svelare” il carcere alla città. Da anni è testimonial ma anche testimone della “Casa dei risvegli Luca De Nigris”. Alessandro Bergonzoni è una persona che ascolta, che cerca, che guarda. A settembre ha pubblicato il suo primo libro di poesia “L’amorte” edito da Garzanti e in queste settimane sta portando in giro per l’Italia il suo “Urge” (www.alessandrobergonzoni.it).
Alessandro, cosa urge oggi?

Contenuti: 

L'albero dei soldi

di Edoardo Conte

Il denaro, insieme alla paura, è la maggior arma di controllo dell'umanità. Il sistema prevede che alla gente si presti del "denaro" che non esiste, sul quale vengono imposti degli interessi. Quando andate in una banca e sottoscrivete un "prestito", non viene stampata una sola banconota nuova, non viene coniata una sola nuova moneta, né viene spostato di un millimetro un solo grammo di metallo prezioso. Viene solo digitata sul vostro conto corrente la somma che avete deciso di prendere in "prestito". Così si crea, cioè, denaro dal nulla, un'operazione che non prevede alcun costo. Ma da quel momento voi cominciate a pagare gli interessi su quel "denaro" che non è mai esistito e mai esisterà. Questo sistema viene chiamato "credito".

Contenuti: 

Messaggio dall'Universo

di E. F. Shumacher

Il nostro "ambiente", si potrebbe dire, è l'Universo meno noi stessi. Se oggi sentiamo che non tutto è in ordine con l'ambiente, al punto che richiede la protezione del suo Segretario di Stato, il problema non riguarda l'Universo come tale, ma il nostro impatto su di esso. Questo impatto sembra produrre, troppo spesso, due effetti deleteri: la distruzione della bellezza naturale, che è sufficiente già di per sé, e la distruzione di ciò che viene chiamato "equilibrio ecologico", o la salute e il potere di sostenere la vita della biosfera, che è anche peggio. Qui farò riferimento solo al secondo punto, e cioè ciò che stiamo facendo al pianeta.

Contenuti: 

Pagine

Abbonamento a RSS - Documenti