Documenti

Documenti e articoli di vari autori

Chakra e forme-pensiero dell'Italia e degli italiani

di Edoardo Conte

 

Ogni nazione, similmente all'individuo, ha i propri centri energetici o chakra che sono qualificati da specifiche energie che, a loro volta, influenzano i luoghi e la gente creando mentalità e tradizioni differenti. Non tutte le persone, ovviamente, sono condizionate dalle forme-pensiero causate dall’energia forza e sostanza irradiata da un chakra nazionale nell'ambiente circostante; tuttavia, è possibile riscontrare, sul territorio, una forma-pensiero che tende ad impressionare l’ambiente e gli individui con la sua particolare qualità. Chi ragiona con la propria testa e non si fa impressionare dalla forma emotiva o costumanza e tradizione del luogo in cui si trova, è libero di agire secondo la propria coscienza. Pochi sono, purtroppo, gli individui in grado di essere costantemente in questo stato di chiarezza e libertà.

Contenuti: 

Squilibri e cicloni

di Edoardo Conte
 
Il ciclone Haiyan sta rilasciando il proprio carico distruttivo. Di fronte a tanta furia siamo impotenti e allibiti; ma, nonostante morte, perdite e sofferenze inaudite, non riusciamo a cogliere il significato della ribellione delle forze della Natura che, sempre più, sconvolgono il Pianeta. Stanno ad indicarci che la strada intrapresa dall'Umanità non è quella giusta? Sono indicatori dello squilibrio mondiale?
Occorre riflettere attentamente e comprenderne il messaggio nascosto.

Contenuti: 

Gesto umanitario o favore alla casta?

Quale è il sottile limite che trasforma un gesto umanitario in un favore alla casta?

Questa è la discriminante riguardo all’interessamento del ministro Cancellieri nei confronti di Giulia Ligresti. Secondo le parole del Dap Francesco Cascini la situazione dei carcerati a rischio di vita è ed era sotto controllo. Decine di casi monitorati quotidianamente. Se questa affermazione rispondesse a verità la segnalazione del ministro risulterebbe ancora più incomprensibile ed arbitraria.

Contenuti: 

La moneta di solidarietà

Lo stato è incapace di gestire la crisi. Incapace di trovare soluzioni efficaci per rilanciare lavoro, occupazione e crescita del paese. Incapace a far fronte alla normale manutenzione di scuole, ospedali e carceri. Se si trattasse di una impresa, il consiglio di amministrazione, leggasi governo, dovrebbe dimettersi. Ma il problema è più complesso.

Le scelte sono politiche, e dato che la politica è sottomessa al mercato, le soluzioni possono venire da una riforma del mercato o da soluzioni economiche alternative.

Contenuti: 

Scec lo scambio solidale

Lo Scec è l'abbuono che usi per acquistare beni e servizi presso esercenti e prestatori d'opera o liberi professionisti all'interno del circuito "Arcipelago Scec".

Fraternity è affiliata all'Arcipelago e quindi promuove iniziative atte ad accrescerne la forza propulsiva, forte del fatto che gli aderenti sono animati dalla volontà di effettuare scambi all'insegna della correttezza, onestà e solidarietà. 

Contenuti: 

Le Forme-pensiero

di Edoardo Conte

Che sia la mente a creare è ormai assodato dalla scienza, dalla filosofia e anche dalla religione. Il Creatore, ogni creatore, crea proiettando il progetto della propria creazione fino a concretizzarlo in una forma materiale.

Contenuti: 

Togliere per costruire

di Mariabianca Marelli

Michelangelo era solito dire: "la scultura è quella che si fa per forza di levare"; lo scultore, togliendo dal blocco di pietra le schegge di marmo, libera dalla pietra le figure che vi sono già imprigionate. Michelangelo non solo esprime il concetto platonico dell'idea preesistente, chiusa nel rigore del blocco dal quale l'artista deve liberarla levando il "soverchio", ma anche, e soprattutto, descrive la lotta contro la pietra che, dovrà "ubbidire all'intelletto”, cioè  essere soggiogata dalla mano dell’uomo.

Contenuti: 

Perché i Maestri non ispirano i potenti

di Edoardo conte

Per rispondere a questa domanda occorre iniziare dal proposito del Piano evolutivo. Il Proposito Divino è quello di manifestare la Verità, il Bene e la Bellezza nella molteplicità delle forme.

Per adempiere a tale Proposito i Maestri ascesi o, più confidenzialmente, i fratelli maggiori dell'Umanità, guidano le menti e i cuori degli uomini verso la corretta interpretazione del Piano. Essi si avvalgono di esseri umani che in modo consapevole hanno disciplinato la loro personalità per porla al servizio dell'Anima. In altre parole, i Maestri ispirano quegli individui che hanno liberato la persona dai desideri di potere, fama, ricchezza materiale e svolgono la loro attività nell' oblio di se stessi, ossia, mediante un movente o intento impersonale. 

Contenuti: 

Sull'Etica

di Mariabianca Marelli

Etica, dipendenza e responsabilità

“Sono forse il custode di mio fratello"?



Sul Sentiero, il Pellegrino adotta un’alta Etica, che sente come “Bellezza in azione” nel quotidiano; si tratta naturalmente di un processo, lento e faticoso, che avviene per rivelazioni e comprensioni parziali ma inevitabili, al quale l’ego si oppone strenuamente forgiando continuamente alibi e giustificazioni. Ben lontana da rigidità, dogmatismi e dal triste e perdente  moralismo, l’Etica realizza la Volontà-di-Bene  universale al grado più alto possibile per il livello evolutivo di ciascuno. Essa sorregge e direziona la Coerenza, che è “persistenza nell’azione”.
L’Etica, e la Coerenza, che ne è la sua consapevole e tenace applicazione, appaiono propedeutiche a qualsiasi “tecnica”, “percorso” o “raggiungimento spirituale”; implicano la scelta libera e gioiosa del Bene Maggiore rispetto al minore e  la preferenza assoluta data alla Bellezza rispetto al proprio piccolo tornaconto personale: sono espressione dell’Amore-per-il-Tutto.  

Contenuti: 

Sulla Coerenza

di Mariabianca Marelli

Il “dire” e il “fare”
 
Sul Sentiero, il Pellegrino comprende che non avanzerà se non svilupperà, con quotidiana amorevole vigilanza, la dote poco diffusa della Coerenza, ovvero la virtù primaria, propedeutica ad ogni progresso spirituale, che permette al  “fare” di specchiarsi nel “dire”.
“Sii molto cauto nel parlare, perché tu non abbia a vergognarti se le tue azioni non fossero state poi all'altezza dei discorsi”, afferma Confucio.
Hermann Hesse  ritiene che “Tutti gli uomini sono santi, se prendono veramente sul serio i propri pensieri e le proprie azioni. Chi reputa che una cosa sia giusta deve anche farla”.

Contenuti: 

Pagine

Abbonamento a RSS - Documenti