Economia del dono


Tutto il sistema di scambio del nostro pianeta è originato dalla forma-pensiero della: “MERCIFICAZIONE” che attualmente influenza la società mondiale, sospinta dagli intenti materialistici di produzione vendita e profitto.

Essa è mantenuta in esistenza dal concetto dell’ AVERE legato a quello del consumo, alimentata continuamente attraverso lo strumento della pubblicità che stimola il desiderio.

La mercificazione entra nelle case e nelle menti in tutti i modi e con ogni mezzo di comunicazione, ma anche mediante il bombardamento culturale che, nel tempo, ha rimosso i valori fondamentali, della bellezza, dell’onestà, della integrità, della virtù, sostituendoli con artefatti speculari quali l’appariscenza, il lusso, la furbizia, la disonestà, la corruzione, il vizio, tanto da identificare gli esseri umani per quel che hanno e non per quel che sono.

Se vogliamo riorientare il flusso energetico che alimenta la “mercificazione” dobbiamo formulare e sostenere la forma-pensiero del “DONO”. DONARE anziché vendere. DONARE invece di comprare.


Il lavoro sottile

Vi chiediamo di pensare che un sistema fondato sul DONO recirpoco è possibile e attuabile. Non sappiamo ancora come poterlo attuare. Questo ora non è importante.

Importante è incominciare a pensare che sia possibile. In questo modo iniziamo a far affluire energia (l’energia segue il pensiero) e far crescere la forma-pensiero della “Economia del DONO”, così come la madre fa crescere il proprio feto nel grembo nutrendolo ogni giorno.

Concentriamoci sul DONO come mezzo di scambio su cui fondare un nuovo sistema economico mondiale e una nuova cultura. Immaginiamo nella nostra mente che ciò stia già avvenendo e osserviamo come possa avvenire per il semplice fatto che lo vogliamo.

Visualizziamo l'Umanità come una catena di persone che, disposte in cerchio, prendono con la mano sinistra l'amore del fratello che sta a sinistra, lo portano al cuore, lo arricchiscono del loro amore, e lo porgono con la mano destra al compagno di destra, con movimento circolare.

Dedichiamo alla forma-pensiero del DONO alcuni minuti della nostra giornata. 

Attività: