Guarigione esoterica: Il concetto di malattia

plutonemercurio

di Angela L. The planetary system

“Tratterò prima di tutto l’origine delle malattie, poiché l’occultista deve sempre partire dalle cause, e non dagli effetti.” (Trattato dei Sette Raggi vol. IV - Guarigione Esoterica) ¹

ruota-della-vita“La Legge di Causa ed Effetto è, per usare una parafrasi, il filo conduttore, il giudice e l'educatore dell'esperienza terrena. Il filo che conduce ogni esistenza tellurica, determinando i presupposti di ogni stato e condizione, fissando le caratteristiche ambientali, gli aspetti fisici e mentali, le malattie, le guarigioni, requisiti ed attributi della morte individuale.

Nei termini di causa ed effetto si riconosce l'elemento che condiziona e determina il tipo d'espressione a cui è sottoposta la componente fisica in manifestazione. Questo elemento è il Karma.” (Athos A. Altomonte - L'origine dei meccanismi karmici) ²

Prima di cominciare a parlare di Guarigione, quindi, è necessario risalire alle cause che conducono alla "malattia". Si distinguono 3 categorie di cause:

  • Cause psicologiche.
  • Cause derivanti dalla vita collettiva.
  • Cause karmiche, i debiti karmici.

In particolare, nella Legge II¹, che descrive gli influssi che determinano la malattia, troviamo che dipende da tre fattori karmici:

  1. Karma individuale
    “Primo: il passato dell’uomo, per cui egli paga il prezzo dei suoi antichi errori.”
  2. Karma collettivo
    “Secondo: la sua eredità, per cui condivide con tutto il genere umano quei flussi di energia infetti che hanno origine collettiva.”
  3. “Terzo: egli condivide con tutte le forme naturali ciò che il Signore della Vita (anima)impone al Proprio corpo.”

Di conseguenza, vedremo che la salute dipende:

  1. Dall'insieme delle forze, dei sentimenti, dei desideri e degli occasionali processi mentali che caratterizzano i tre corpi sottili e determinano la vita e l’esperienza del corpo fisico.
  2. Dall'influsso esercitato sul corpo fisico dalla condizione dell’umanità nel suo complesso. L’uomo è parte integrante del genere umano, è dunque parte di un organismo maggiore. Le condizioni del complesso maggiore si riflettono nel singolo, e molte delle malattie di cui oggi soffre l’uomo sono effetti dello stato attuale del quarto regno di natura, considerato come un tutto. L’individuo non ne è ritenuto responsabile.
  3. Dall'effetto sul corpo fisico umano della vita planetaria, espressione della vita del Logos planetario, Che è un’Entità in evoluzione. Le implicazioni di tutto ciò superano di molto la nostra comprensione, ma è possibile distinguerne gli effetti.

Quindi da tutto ciò possiamo dedurre che la malattia si manifesta sotto forma di sintomo fisico, ma ha origini molto più profonde e compare laddove non c’è più armonia, laddove c’è mancanza di allineamento tra l’anima e la forma, la vita e la sua espressione, le realtà soggettive e oggettive.

Questo concetto viene espresso, in maniera più dettagliata anche nella Legge IV¹:

L’anima, che cerca la piena espressione di un aspetto divino o di una realtà spirituale interiore e ne è impedita, determina nella sostanza dei suoi involucri un punto di attrito. Su questo punto sono focalizzati gli occhi della personalità e ciò conduce alla malattia.” 

“[…] Ne derivano vari disturbi e solo quando si sarà compreso che entro l’involucro fisico esistono altri corpi che hanno funzioni responsive più sottili, vedremo il graduale ristabilirsi della salute nel corpo fisico.” ¹

Diamo un accenno di questi corpi sottili, riportando direttamente quello che viene scritto nell'introduzione del “Trattato dei Sette Raggi vol. IV – Guarigione Esoterica”:

“Mi riferisco dunque a:corpi-sottili

  1. Il corpo fisico denso, che è la somma di tutti gli organismi che lo compongono; questi possiedono le varie funzioni che consentono all'anima di esprimersi sul piano fisico od oggettivo, come parte di un maggiore e più inclusivo organismo. Il corpo fisico è l’apparato reagente dell’uomo spirituale dimorante all'interno, e serve a porlo in rapporto con l’apparato di risposta del Logos planetario, la Vita in cui viviamo, muoviamo e siamo.
  2. Il corpo eterico, che ha il compito principale di vitalizzare e infondere energia al corpo fisico, integrandolo così nel corpo energetico della Terra e del sistema solare. È un tessuto di correnti d’energia, di linee di forza e di luce. È parte di una vasta rete di energie che sottostà a ogni forma, grande o minuscola (macrocosmica o microcosmica). Lungo queste linee di energia scorrono le forze cosmiche, così come il sangue scorre attraverso le vene e le arterie. Questa circolazione costante, individuale — umana, planetaria e solare — di forze vitali attraverso i corpi eterici di tutte le forme, è la base di tutta la vita manifesta e l’espressione della sua essenziale unità.
  3. Il corpo astrale, o del desiderio (chiamato a volte corpo emotivo) è effetto dell’interazione fra desiderio e reazione senziente sul sé centrale, e l’effetto risultante — nel corpo astrale — è vissuto come emozione, di piacere o dolore, e altre coppie di opposti. Il novanta per cento delle cause delle infermità fisiche ha origine in questi due corpi, l’eterico e l’astrale.
  4. Il corpo mentale, cioè quel tanto di sostanza mentale (chitta) che l’individuo usa e impressiona, è il quarto della serie di meccanismi a disposizione dell’anima. Non si dimentichi però che questi quattro costituiscono un solo strumento. Il cinque per cento delle malattie odierne ha origine in questo corpo o stato di coscienza, e vorrei qui affermare che la costante ripetizione, da parte di certe scuole di guaritori, che la mente è la causa di tutti i malesseri, non corrisponde ancora a realtà. Fra un milione di anni, quando la polarizzazione degli esseri umani si sarà trasferita dalla natura emotiva alla mente, e gli uomini saranno essenzialmente mentali, così come oggi sono emotivi, allora quelle cause saranno da ricercarsi nella mente. Ma oggi sono dovute (salvo casi rari) a carenza di vitalità o eccesso di stimolazione, oppure stanno nel campo dei sentimenti, dei desideri (inibiti o sfrenati), degli umori, delle repressioni o appagamenti delle brame profonde, delle irritazioni, dei piaceri segreti, dei molti impulsi nascosti che emanano dalla vita di desiderio.”

Concludiamo questo articolo, che ha solo introdotto i concetti fondamentali di arte dellaGuarigione Esoterica” che verranno trattati con maggiore approfondimento nei prossimi articoli, con la Legge I¹: 

“Ogni malattia è il risultato dell’inibizione della vita dell’anima, e ciò vale per tutte le forme in ogni regno. L’arte del guaritore consiste nel liberare l’anima, sì che la sua vita possa fluire attraverso l’aggregato di organismi che compongono ogni specifica forma.”

 

Contenuti: