Meditazione creativa nelle librerie e stores on-line

Meditazione creativa è il nostro libro per diffondere la pratica della meditazione secondo le necessità evolutive dell'era Aquariana. È una guida per l’uomo occidentale che, immerso nelle faccende quotidiane di lavoro e conduzione dei rapporti, utilizza la mente in modo razionale per trovare soluzioni strategiche, non riuscendo a porsi in una calma contemplativa, così come risulta consono all’individuo orientale. 
In 150 pagine è reso chiaro ed efficace il percorso per imparare a concentrare la mente su un pensiero-seme, quindi, ottenere il contatto con i reami dell'Anima, ed infine, proiettare nell'ambiente le forme-pensiero così costruite. Il testo è completo di esempi di visualizzazioni e meditazioni guidate con il link alle corrispondenti registrazioni audio sul nostro sito.

Stores on-line dove acquistare il libro cartaceo:

Amazon  Feltrinelli  GoodBook.it  Hoepli  IBS  Libreria universitaria  Mondadori  Ubik  You can print

Chi volesse la versione in formato Ebook, o pdf impaginato, può richiederla via email inviando una donazione di 5 euro tramite il modulo di donazione.

Gli argomenti trattati:

  • Coniugare raziocinio, intuito e astrazione.
  • Note e numeri della creazione.
  • Spiritualità e meditazione.
  • Cambiare i significati.
  • La mente creatrice.
  • La forma-pensiero.
  • Il pensiero-seme.
  • La Meditazione creativa.
  • Concentrazione, contatto, proiezione.
  • La Visualizzazione.
  • Visualizzazioni delle Virtù.
  • Tecnica avanzata di Meditazione creativa.
  • Il Ciclo lunare.
  • Esempi avanzati di Meditazione creativa.
  • Perché migliorare se stessi.

Anteprima

La triangolazione
La connessione con le dimensioni sottili dello Spirito per ampliare la visione della realtà ed entrare in contatto con le verità superiori è un tema che ha affascinato l’essere umano fin dall’alba dei tempi.

La meditazione è senza dubbio lo strumento principe per indagare in quelle dimensioni. Per comprendere meglio la struttura comunicativa della Meditazione creativa occorre avere una chiara visione di come funziona la comunicazione in genere, e la geometria ci viene in aiuto.

Comunicare significa tendere all’uno; ossia, stabilire una connessione tra due o più entità che sono separate tra loro. La comunicazione è, dunque, strumento e veicolo di comunione. Per unire più punti dislocati nello spazio bisogna tracciare linee da un punto all’altro. L’intreccio di linee che uniscono tutti i punti determina una serie di triangoli e perciò vien detto triangolazione. Questo termine viene usato per l’appunto, nelle comunicazioni via radio e anche in quelle televisive dove e quando il segnale rimbalza da un ponte o ripetitore all’altro per compiere grandi distanze e sopperire alla curvatura terrestre che ne impedirebbe la ricezione, dato che le onde radio e tutte le onde emesse dagli odierni apparati di comunicazione, viaggiano nell’etere con moto rettilineo. Nell’antichità gli astronomi e astrologi, esplorando il cielo notturno, tracciarono linee virtuali per unire tra loro quelle stelle che, nel loro immaginario, andavano formando figure mitiche, disegnando così nella volta celeste un universo di costellazioni che, ancora oggi, comunicano l’arrivo di opportunità cicliche attraverso le qualità dei segni zodiacali.

La triangolazione è usata anche per determinare la localizzazione di un oggetto o una persona sulla faccia della Terra; difatti ogni punto terrestre è identificabile esattamente attraverso coordinate di latitudine e longitudine.

Da queste considerazioni comprendiamo che se vogliamo connetterci con qualsivoglia punto o dimensione spazio-temporale, comprese quelle del pensiero, o ancor più in là, dei reami spirituali, dobbiamo necessariamente triangolare. Quando si effettua una triangolazione si inizia con l’unire due punti tra loro. Una volta stabilita la prima connessione, si uniscono di seguito altri punti così da formare una rete triangolare di punti focali che interagiscono tra loro.

Non appaia, quindi, strano che la tecnica di Meditazione creativa utilizzi linee di luce e punti focali per interfacciare la mente razionale dell’individuo con i piani spirituali dell’Anima e stabilisca, in questo modo, canali di comunicazione e flussi di trasmissione nei due sensi.

La meditazione come è concepita dall’individuo moderno che unisce spiritualità e scienza, è difatti, un processo di contatto con l’essenza animica per cogliere il Proposito divino e manifestarlo costruendo una forma appropriata. Ciò definisce la meditazione come “Scienza dell’Impressione” mediante l’immaginazione creativa che in sé è un processo di allineamento geometrico tra il Divino e l’umano.

Vien detto dalla Saggezza antica che “Dio geometrizza”. Ebbene, se è vero che Dio geometrizza, applicare l’immaginazione creativa attraverso la visualizzazione di punti e linee di luce, che connettendosi triangolano il Proposito divino in forme organizzate e coerenti, significa agire quali co-creatori e partecipare in modo responsabile al progetto della creazione. La scienza della Cimatica palesa il potere del Suono che crea geometrie secondo l’emissione di specifiche frequenze. D’altro canto, sappiamo che le strutture energetiche delle forme materiali sono geometriche. Basti pensare alla struttura dell’atomo, delle molecole, di un fiocco di neve o della disposizione dei semi in frutta e ortaggi. In tutti i regni di Natura, dai minerali alle piante fino all’essere umano, la geometria della vita ripropone schemi perfetti. Stelle, pentagoni, esagoni e poliedri regolari, e ancora, spirali logaritmiche, proporzioni auree, frattali e toroidi che danzano gioiosamente la sinfonia della manifestazione universale.

È, dunque, perfettamente naturale utilizzare triangolazioni geometriche per comunicare col Divino!

 

Contenuti: