Pensiero del giorno: Fra Cielo e Terra

L’Agni Yoga in uno dei suoi passi essenziali afferma: “Ti domanderanno come si attraversa la vita. Rispondi: Come un abisso, su una corda tesa, In bellezza, con cautela e oscillando". Mentre l’immagine della corda tesa sull’abisso dell’esistenza è di immediata comprensione, e spiega da un lato, l’atteggiamento della cautela e dall’altro, quello della Bellezza; non è altrettanto immediato capire a quale oscillazione il pensiero faccia riferimento.

Esistono due modalità di oscillare: l’una in orizzontale e l’altra in verticale. La prima riguarda la personalità che oscilla tra il Bene e il Male o tra le forze contrastanti di Spirito e Materia che in modo alterno catturano l’attenzione e la fanno agire in modo instabile e contraddittorio. La seconda oscillazione, quella in verticale, suggerisce il movimento ciclico dell’onda evolutiva che unisce il Cielo alla Terra nel senso della discesa dell’Amore-Saggezza dai Piani dell’Anima entro la persona con la conseguente elaborazione, da parte di quest'ultima, delle forme di relazione coerenti e dell'ascesa al Cielo delle forme redente. Un’oscillazione positiva del flusso della Vita entro l'individuo che costantemente si rinnova creando un'onda di comunicazione costante, o un ciclo continuo, tra il Divino e l'umano, di cui quello dell’acqua ne riflette significato e proposito. Come il Cielo porta la Luce Divina sulla Terra per materializzare lo Spirito entro le forme e la Terra le ritorna al Cielo spiritualizzate, così l’acqua precipita l’informazione vitale, purificando la terra per ogni dove, quindi, risale al Cielo per rigenerare il succo vitale. È l'oscillazione tra Cielo e Terra che rende bello attraversare l'abisso sulla corda tesa, avanzando, passo dopo passo, verso l'infinito.

 

Contenuti: