Pensiero del giorno: Illusione o sforzo continuo?

La cosa più più scoraggiante riguardo agli esseri umani è che essi accettano di condurre una vita limitata. Il fatto di sentirsi deboli, malati e infelici, per loro è normale. Certo, nessuno può sfuggire totalmente a certe limitazioni imposte dalla natura, ma è possibile farle indietreggiare; non si è obbligati a rimanerne sempre prigionieri o vittime. Ciascuno è in grado non solo di prolungare i propri stati positivi, ma anche di ritardare il sopraggiungere di stati negativi... a condizione, ovviamente, di crederlo possibile! 
Purtroppo, quando si osservano gli esseri umani li si vede comportarsi come se fossero ipnotizzati, come se qualcuno avesse tracciato una linea davanti a loro, dicendo: «Ecco, non potrete andare oltre!». Ed essi ci credono, credono che quella limitazione debba essere la loro situazione normale. Il fatto è che essi non si conoscono; non hanno coscienza di tutte le risorse e di tutti i poteri che il Creatore ha posto in loro, e rimangono lì a dibattersi. D'ora in avanti si sforzino di respingere i propri limiti, e constateranno che possono molto più di quanto non credano. 

Omram Mikhael Aivanhov

 

 

Contenuti: