Pensiero del giorno: Polarizzazione mentale

All’aspirante che sta disciplinando i propri corpi ed inizia la polarizzazione mentale, capita sovente di proiettare negatività di tutti i tipi piuttosto che pensieri ed immagini positive. Negatività che, per via della accresciuta capacità di focalizzazione della mente, si manifestano subitamente arrecando, alla fine, disturbi di ogni genere.

Perché ciò accade?

Perché l’inconscio dell’aspirante, e più propriamente il subconscio, è colmo di accadimenti negativi come paure, traumi emotivi, complessi di colpa irrisolti e lì sedimentati. È, dunque, più facile che siano essi i primi ad agire evocati dall’accresciuta concentrazione della propria mente che va a collegarsi, per abitudine, alle memorie più radicate entro l’inconscio collettivo, invece che alle immagini risanatrici dell’Anima. Tuttavia l’aspirante non deve demordere o cadere in depressione. Via via che pratica la meditazione contatta ed evoca la sua essenza sublime, in altri termini, quel Superconscio animico che gradualmente, ripulirà il subconscioAllora sarà in grado di proiettare solo immagini relative ad idee positive (poiché coerenti al Piano Divino) che andranno a trasmutare le negatività entro e fuori di lui.

Contenuti: