Pensiero del giorno: Forchetta cucchiaio e coltello

Ci sono tre utensili che adoperiamo ogni giorno per affermare inconsapevolmente i tre principi che manifestano il Piano Divino.

Sono: forchetta, cucchiaio e coltello.

Il primo è emblema e metafora della Volontà che dirige la creazione. Il Padre celeste, o primo Aspetto Divino, il Cui Proposito dà senso a tutta l’evoluzione. Lo Spirito UNO che, uguale ed unico in ogni forma, indica il cammino. I rebbi della forchetta che infilzano il cibo ne sono testimonianza, come il dito indice che punta la meta.

Il terzo è metafora simbolica dell’Intelligenza, o terzo Aspetto Divino, che manifesta lo Spirito Uno nella molteplicità della Materia. Tagliando l’intero e scindendolo in parti distinte, il coltello rende possibile i “molti” che in sequenza intelligente concorrono ad esprimere l’unico Proposito Divino di Volontà d’Amore.

Il secondo, che in realtà è il mediatore tra il primo e il terzo, è simbolo dell’Aspetto Divino dell’Amore che mantiene coesa la creazione dei molti in un insieme, in modo che, nonostante appaiano separati, siano sempre Uno. Così il cucchiaio "Amore" accoglie e riunisce ciò che il coltello "Intelligenza" divide secondo la direzione evolutiva che la forchetta "Volontà" sancisce.

Contenuti: