Argomenti

Il percorso della Fratellanza

Pensiero del giorno: Stare nel Cuore

L’essere umano è, normalmente, identificato nel corpo emotivo, cioè nel centro del plesso solare. Così conduce la vita attraverso quel centro, preda delle proprie emozioni. Il tipo mentale invece è identificato nel corpo mentale che nella Gola ha il suo centro. Anch’egli vive e vede attraverso quel corpo ed è asettico e rigido. Entrambi vivono una identità separata poiché non si identificano con l’Anima che realmente sono, e che ha nel Cuore il proprio centro di sintonia. Quando facciamo risuonare il Cuore non siamo succubi delle emozioni e nemmeno inscatolati nei nostri pensieri. Siamo tutt’uno con il centro del mondo e gioiamo nel Centro dei Centri. Stare nel Cuore significa integrare emozioni e pensieri nella direzione evolutiva senza tanto prestare attenzione alle diversità ma solo a ciò che le unisce.

Contenuti: 

Pensiero della sera: L'autocondanna

392 — Chi si reputa sfortunato viene chiamato oscuratore del cielo. Ha raccolto tristezza e oscurità attorno a sé, e inquina lo spazio. Ha danneggiato se stesso, ma ancor più tutto ciò che esiste. Ha dato prova di essere egoista, dimenticando ciò che lo circonda. Escludendosi dalla buona sorte si è fatto cultore di afflizioni. Come chi è pago di sé smette di avanzare, così chi nutre pietà per se stesso si tronca ogni possibilità di successo. Non è degno dell’uomo condannarsi alle disgrazie. A forza di seminare lamenti e pianti si finisce per creare un vortice rovinoso. La rogna dell’invidia diventa lebbra, e la lingua s’intorpidisce a causa della malizia. Chi cede all’illusione di non avere fortuna si crea una quantità di disastri. Costoro, che seminano veleno, non sono degni della Fratellanza. Ma quanti sognano della Fratellanza senza rendersi conto del peso immane che Essa sopporta! Com’è forte l’uomo che sa di avere la buona sorte di essere uomo!

Tratto da "Agni Yoga" - Fratellanza

Contenuti: 

Enunciati operativi

Illuminato governo dei Popoli
Equa distribuzione delle risorse
Saggio impiego delle tecnologie

Questi i tre enunciati su cui fonda FRATERNITY, il movimento che ha come scopo il progresso armonico della società. L'impegno è rivolto al graduale sviluppo delle coscienze verso la creazione della Fratellanza Umana animata dalla Buona Volontà e ispirata al Maggior Bene Comune.

Per raggiungere questo ambìto traguardo occorre fondere l'intento sociale con quello spirituale poichè non vi è sviluppo armonico dell'Umanità senza crescita interiore degli individui.

FRATERNITY riunisce sotto un unico intento coloro che sentono il bisogno di attivarsi per infondere "Amore" nell'organizzazione sociale, al di là della razza, ideologia o religione di appartenenza, mediante il retto movente, l'esatta parola e l'abile azione.

È compito del Movimento offrire strumenti che accrescano consapevolezza e senso civico e facilitino la cooperazione e l'equo scambio. Per questo scopo sono presenti, nel sito, Servizi gratuiti di pubblica utilità come: Corsi e Laboratori di crescita, Links utili per la qualità del vivere; attività come Campagne di impegno civile, Petizioni, Eventi, Segnalazioni di utilità sociale, strumenti di informazione come la Videoteca, l'Audioteca e la Biblioteca, oltre ad Articoli, Documenti e Newsletters relativi alla creatività in tutte le attività umane che tendono alla Fratellanza.
 

Strumenti

Gli strumenti che indichiamo per esercitare la capacità di scelta sono:

Petizione: cioè la formulazione di proprie petizioni o l'adesione alle petizioni che noi proponiamo assieme ad altri Movimenti d'opinione e Organizzazioni internazionali. Petizioni atte a promuovere il ribilanciamento di squilibri sociali e ambientali.

Ripetizione focalizzata: cioè la diffusione focalizzata di pensieri "seme" atti a promuovere nell'opinione pubblica le scelte e i cambiamenti necessari alla creazione di una società armonica.

Utilizzo responsabile: cioè la scelta e l'uso di quei prodotti e servizi che non sono frutto di speculazioni commerciali e tendono alla qualità del vivere.
 

Pensieri seme

  • La diversità è l'essenza della vita
  • Cinque sono le razze ma Una è l'Umanità
  • Il modello di perfezione dell'Umanità è il Cristo/Buddha
  • Amare è il vero scopo di ogni essere umano
  • La pace è una realizzazione interiore
  • La buona volontà è la base dei rapporti
  • Il dono è energia d'Amore che dà valore allo scambio
  • La creatività degli Uomini dà qualità alla Vita
  • Il potere è la forza del servire il Bene comune
  • La tecnologia unisce l'Uomo alla Natura
  • Le risorse del Pianeta sono dell'intera Umanità
  • L'energia solare è la migliore risorsa

Approfondisci il significato dei Pensieri seme

Se condividi questi principi puoi contribuire alla loro attuazione diffondendoli nella maniera più opportuna, in modo che si crei una rete di comunicazione fra tutti coloro che oggi, nel rispetto delle diversità, sono pronti ad operare responsabilmente per la realizzazione del Maggior Bene Comune.

Contenuti: 

Pensiero del giorno: La voce umana

"Nonostante tutte le tecnologie di comunicazione nessuna è efficace come la voce umana. Quando sentiamo una voce umana istintivamente vogliamo ascoltare e cerchiamo di capire anche quando chi parla sta cercando le parole giuste; anche quando sentiamo solo gridare o cantare. Perché la voce umana ha un suono diverso da qualsiasi altro al mondo; per questo sentiamo la voce di un cantante anche quando l’accompagna una orchestra; sentiamo la voce qualsiasi altro suono la circondi".

Tratto dalle parole di Jacob nel quarto episodio della Serie TV Netflix: Touch.

Contenuti: 

Pensiero del giorno: In perenne relazione con la natura

La natura è viva e noi dobbiamo considerarla con rispetto. Forse direte che non vedete come il nostro rispetto possa cambiare qualcosa per lei. Ammettiamo allora che ciò non cambi nulla per la natura, ma fatelo almeno per voi stessi. Se siete attenti verso le pietre, le piante, gli animali, gli esseri umani, e anche verso gli oggetti che vi circondano, la vostra coscienza si sviluppa, si amplifica, e voi vi arricchite di tutta quella vita che respira e vibra intorno a voi. Finché non lo avrete capito, non stupitevi se sentirete che vi manca sempre qualcosa.
Volete dare un senso alla vostra vita? Ogni giorno dovete pensare che siete collegati alle forze e alle entità luminose della natura e che potete comunicare con esse. In questa comunione ininterrotta con una moltitudine di creature, assaporerete la vera vita. Rispettate la natura, amatela, e allora essa parlerà in voi, perché anche voi siete parte della natura.

Omraam Mikhael Aivanhov

 

Contenuti: 

Pensiero del giorno: Vero o falso

Vero o falso sono le due possibilità attraverso cui il Divino si esprime o meno entro la forma.

Realizziamo il “Vero” quando portiamo in manifestazione il Piano Divino di Verità, Bene e Bellezza per l’intera Umanità. Produciamo il “Falso” quando portiamo in manifestazione un proposito personale che va ad alimentare il nostro singolo potere. È Vero ciò che esprime Dio e Falso ciò che lo nega. Su questa dualità è basato il sistema binario con cui è sviluppato il linguaggio o codice informatico. 0 e 1 sono i due poli del sistema. L’1 esprime il passaggio dell’impulso elettrico all’interno del processore e 0 il non passaggio. Con l’1 avviene il contatto (vero) e con lo 0 non avviene (falso). In questo modo sono sviluppati i programmi per realizzare le applicazioni che ci consentono di utilizzare i computers nella comunicazione globale. Allo stesso modo possiamo considerare che la Verità è sempre espressa mediante il contatto con l’UNO, o l’allineamento della coscienza al Piano Divino, e che il non contatto con quel Piano produce falsità, distorsione e sofferenza nel mondo manifesto.

Contenuti: 

Pensiero del giorno: L'occhio del vortice

Passeggiando sulla spiaggia, come spesso mi accade in quel momento di meditazione dinamica, l’occhio dell’Anima si è soffermato sui cavalloni che rimbalzavano fragorosi verso la riva. Il cavallone non è altro che un vortice che si avvolge in senso orizzontale con moto a spirale. Il suo vorticare mi ha portato alla mente il surfista che lo cavalca cercando di sfuggire all’attrazione fatale seguendo la via di fuga verso l’esterno.

Ma in realtà, se il cavallone fosse la metafora del vortice della vita che avvolge l’Umanità con i suoi accadimenti, e noi fossimo i surfisti impegnati nel cavalcarlo, la via migliore, quella di minor resistenza, non sarebbe verso il bordo del cono ma in direzione del centro. È noto a tutti che nell’occhio del vortice ciclonico, il suo centro d’origine, vi è la perfetta quiete; il perfetto equilibrio. Non serve, dunque, sfuggire ai vortici della vita; bensì, lasciarsi prendere dal loro flusso vitale e, nella gioia come nella sofferenza, penetrarli e percorrerli fino al cuore centrale. Solo così i vortici diverranno nostri alleati riconoscendoci esperti cavalieri.

 

Contenuti: 

Pensiero del giorno: Resistere qualche minuto

Ci sarà capitato di uscire in una giornata d'inverno in cui il vento sferzante gela le ossa e dopo alcuni minuti accorgerci di non sentire più l’aria pungente poiché Il corpo si è acclimatato e possiamo gustarci la passeggiata. Se avessimo ceduto al primo sentore di freddo saremmo rincasati subito perdendo il piacere di uscire.

Ebbene, quando stiamo per cadere nella trappola della reazione emotiva conflittuale, che come il vento gela qualsiasi tentativo di relazione, dobbiamo ricordarci di resistere per qualche minuto, in modo da non opporci alla sensazione fastidiosa e fare acclimatare il nostro corpo. Resistendo alla tentazione di reagire riusciamo, poi, a sentire che, tutto sommato, la condizione non è così insopportabile e percepiamo un senso di benessere che a volte sfocia nella gioia di non aver subito il condizionamento dell’umore meteorologico dell’altro. Il nostro corpo emotivo si adatta ad ogni situazione; basta tenerlo a freno nel momento in cui, come un cavallo pazzo, tende a scalpitare.

Contenuti: 

Pagine

Abbonamento a RSS - Argomenti