Pensiero del giorno: Corona virus

Il contagio del Coronavirus preoccupa il mondo! In un attimo le strategie commerciali, la guerra dei dazi tra Cina e USA sono spariti. In un millisecondo cancellate le olimpiadi invernali, i voli, gli spostamenti in genere. Questa la potenza di un virus microscopico! Niente è più potente della paura della morte! Per evitarla riusciamo a prendere decisioni che non prenderemmo nemmeno sotto tortura! D’altro canto riflettiamo come sia al di sopra delle nostre volontà il destino del pianeta. Siamo abituati ai film catastrofici in cui l’ignoranza umana o tattiche da "Spectre" mettono in pericolo l’umanità. Eppure, davanti ad una pandemia siamo impotenti. Lo sforzo di ricerca di un antidoto che si troverà nel tempo più breve possibile è la dimostrazione della creatività umana. Lo si troverà come sempre è stato quando la paura della morte diventa incombente. Allora si uniscono gli sforzi, la cooperazione scientifica diventa indispensabile per trovare la soluzione. Occorre sempre l’emergenza sanitaria per riunire gli uomini di buona volontà e far ricordare loro che la vita è il bene più prezioso. Quanto sarebbe meglio lo si ricordasse fuori dall’emergenza.

Facciamo una riflessione sul perché queste emergenze sanitarie succedano in Cina o comunque sempre in estremo Oriente. Si la sovra popolazione, va bene la scarsa igiene al di sotto degli standard europei, ma non ci  viene alla mente che i comportamenti delle masse siano condizionati dalla mentalità comune, cioè dal pensiero dominante? Quale è il pensiero dominante che circola nell’estremo Oriente? È il concetto di massa. A differenza del pensiero occidentale, quello orientale è meno individualista. È risaputo che in Oriente l’individuo sia meno importante della massa. Questo concetto lo si vede attuato nella cultura orientale, tendente a non esaltare le capacità individuali. Lo si vede nell’obbedienza dei Giapponesi verso l’impero del Sol levante; o della Cina, unica nazione al mondo in cui il comunismo si è intrecciato con il neoliberismo partorendo un mostro che in virtù della supremazia di stato cancella i diritti fondamentali degli individui. L'Oriente non ha avuto la rivoluzione francese, non ha conosciuto la valenza del termine "cittadino". Anche gli scontri che da mesi imperversano ad Hong Kong sono una dimostrazione di come sia difficile per le istituzioni orientali prendere in considerazione le istanze dei dimostranti. Dunque, il virus, meglio di ogni altro posto al mondo, trova, in Oriente, il terreno fertile per agire sulle masse!
Laddove l’equilibrio umano è sconvolto, l’ordine naturale prende il sopravvento. E noi siamo così ciechi da non credere all’equilibrio di Natura. Ebbene, il coronavirus verrà sconfitto prima o poi, ma la stoltezza umana sarà dura a morire.